Finanziamento agevolato SIMEST


Partecipa ad AquaFarm con le agevolazioni SIMEST (anche a fondo perduto) per la partecipazione a fiere internazionali

A decorrere dalle 09:30 del 28 ottobre 2021 riaprirà il bando per la richiesta delle agevolazioni SIMEST per la partecipazione a fiere e mostre internazionali.

Le agevolazioni hanno l’obiettivo di promuovere le aziende italiane sui mercati internazionali e prevedono un contributo a fondo perduto fino al 25% e un finanziamento agevolato a tasso vantaggioso (pari al 10% del tasso di riferimento UE – ad oggi lo 0,055%) per la restante parte.


Importo massimo finanziabile: €150.000

Durata del finanziamento: 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento


Sono ammissibili al finanziamento le seguenti spese:

  • costi di iscrizione con relativi oneri e diritti fissi obbligatori
  • spese per area espositiva
  • spese logistiche
  • spese promozionali
  • spese per consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra.

Possono essere coperte fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 15% dei ricavi dell’ultimo esercizio.

Affrettati: i fondi sono limitati!
Le domande dovranno essere presentate entro le ore 18:00 del 3 dicembre 2021, salvo eventuale chiusura anticipata per esaurimento delle risorse.

Hai bisogno di aiuto?

Per rendere più facile la procedura di accesso al finanziamento, Pordenone Fiere ha realizzato un accordo di collaborazione con un team di professionisti di fiducia, specializzati nell’ottenimento di queste misure.

Potrai in questo modo essere affiancato da un consulente esperto ad un costo vantaggioso, che dovrai corrispondere solo nel caso in cui otterrai l’accesso al contributo.

Per un supporto nel procedimento di richiesta del finanziamento puoi contattare:
dott. Giovanni De Ponti
e-mail: finanziamentisimest@outlook.it

Per ulteriori informazioni sono sempre disponibili i riferimenti commerciali di Pordenone Fiere, oppure visita il sito di SIMEST.

NOVEL FARM

NOVITÀ 2020


Un’intera area dedicata al mondo del vertical farming, fuori suolo e alle nuove tecniche di coltivazione.

SCOPRI DI PIU’