Dell’Onze Francesco

#verticalfarming

Responsabile innovazione EduLab, Future Food

Sessione: TECNOLOGIE E INNOVAZIONI PER LE COLTIVAZIONI SOILLESS

Bioponica: quando lidroponica e il biologico si incontrano

‘’L’idroponica è biologica? ‘’. La risposta è no. Ma è ecologica? Si. Il nutrimento per le piante è costituito da sali minerali purificati; questa tecnologia è progettata per ridurre il consumo idrico; le piante crescono sane ed esprimono pienamente il loro potenziale genetico. Si producono ortaggi ad alto valore nutrizionale. Inoltre si coltivano piante aromatiche e medicinali ricche di metaboliti secondari. Da anni si cerca di convogliare in un’unica direzione i vantaggi della coltivazione idroponica con quelli della coltivazione biologica in pieno campo, ma sempre con esito negativo proprio perché i fertilizzanti specifici per l’idroponica, essendo d’origine minerale, sono di fatto non biologici. Quando un sale minerale si scioglie in acqua, diventa uno ione, un elemento dotato di carica elettrica che le piante assorbono facilmente. Nei concimi organici gli ioni minerali sono complessati cioè legati alle molecole organiche (contenenti carbonio e idrogeno) ciò li rende meno solubili, quindi le piante riescono ad utilizzarli solo se ricreiamo le stesse condizioni che si avrebbero nel suolo. Affinché i sali minerali diventino disponibili per la pianta, le molecole organiche devono essere scomposte da batteri e funghi, i quali si nutrono del carbonio in esso contenuto e liberano le componenti minerali sotto forma di ioni assorbibili dalle radici delle piante. Nel terreno questo avviene grazie all’azione di numerosi microrganismi naturalmente presenti. La trasformazione delle molecole organiche è un fenomeno che avviene continuamente ed è alla base della vita sulla terra: le strutture complesse vengono scomposte nelle parti che le compongono, con rilascio di energia e di ioni minerali; le piante assorbono i singoli ioni e, con un processo alimentato dall’energia solare, li compensano nuovamente dando origine a macromolecole organiche. L’energia che le piante hanno ricavato dai fotoni viene immagazzinata in queste molecole le quali saranno trasferite dalle piante agli animali e cosi via lungo la catena alimentare. L’obiettivo della Bioponica è quello di creare una coltivazione idroponica che utilizza esclusivamente fertilizzante biologico composto da concimi perfettamente solubili in acqua.

Curriculum Vitae

Certificato di internazionalità

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Tutte le ultime news direttamente nella tua casella e-mail!