Palei Manlio

#acquacoltura

Direttore Servizio Sanità Pubblica Veterinaria – Direzione centrale salute, integrazione socio sanitaria, politiche sociali e famiglia

Sessione: PESCA E ACQUACOLTURA: DAL QUADRO NORMATIVO ALL’USO SOSTENIBILE DELLE RISORSE

Classificazione delle acque e protocolli di intesa con i produttori

La Regione FVG, ai sensi dei Reg. (CE) 853/2004 e 854/2004 effettua, con cadenza almeno triennale, una classificazione delle zone di produzione, raccolta e stabulazione dei molluschi bivalvi vivi del proprio arco costiero suddividendole in zone A, B, C, PROIBITE E DI RISPETTO, STABULAZIONE in base alla contaminazione microbiologia (presenza di E. Coli e assenza di Salmonella). Tale classificazione determina la necessità di effettuare un periodo di depurazione del prodotto prima dell’immissione in commercio.

La classificazione viene mantenuta sulla base dei Controlli Ufficiali che vengono effettuati dall’ Autorità Competente con una frequenza prevista dalle “Linee Guida per la sorveglianza periodica dei MBV” ed integrati dai campionamenti effettuati in autocontrollo dagli OSA del comparto.

Con il “Protocollo di intesa tra OSA e AC” vengono individuate le frequenze, le modalità di campionamento e i comportamenti da tenere in caso di NON CONFORMITÀ del prodotto campionato.

In autotutela gli OSA effettuano un FERMO VOLONTARIO in attesa degli esiti del campionamento.

Certificato di internazionalità

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Tutte le ultime news direttamente nella tua casella e-mail!