MANCANO

  • 00G
  • 00O
  • 00M
  • 00S

ALLA PROSSIMA EDIZIONE

MANCANO

  • 00G
  • 00O
  • 00M
  • 00S

ALLA PROSSIMA EDIZIONE

  • 00D
  • 00H
  • 00M
  • 00S

TO THE NEXT EDITION

MANCANO

  • 00G
  • 00O
  • 00M
  • 00S

ALLA PROSSIMA EDIZIONE

  • 00J
  • 00H
  • 00P-v
  • 00S

à la prochaine édition

MANCANO

  • 00G
  • 00O
  • 00M
  • 00S

ALLA PROSSIMA EDIZIONE

RELATORI AQUAFARM

Greco Manuel

--

Relatori AquaFarm

Qualifica: dottorando industriale   

Istituzione/Azienda: Università degli studi di “Roma Tre”- Se.Te.L. srl

Biografia
Manuel Greco nato a Cosenza il 21/01/1989, e laureato in “Scienze e Tecnologie per la Conservazione dei Beni Culturali” presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Di seguito sono riportate le principali attività svolte in questi ultimi anni:

  • Università degli Studi della Tuscia, (VT): Attività di scavo archeologico nei pressi di Viterbo (sito archeologico di Ferento) diretta dal Dipartimento di Scienze dei Beni Culturali;
  • Alma Mater Studiorum, Università di Bologna: Partecipazione alla missione archeologica italiana svoltasi presso Phoinike  (Albania);
  • Vincitore di una borsa di collaborazione con la biblioteca del dipartimento di Biologia Ambientale dell’università di Roma “La Sapienza”;
  • Dal 2017 collabora con il centro di ricerche ENEA di Frascati (Roma) nel settore delle tecniche di Imaging THz applicate ai beni culturali;
  • Nel 2018 ha svolto un training professionale all’interno del laboratorio di diagnostica applicata al restauro dei “Musei Vaticani”;
  • Dal 2021 è vincitore di una borsa di dottorando in “Scienze della Materia, Nanotecnologie e Sistemi Complessi presso il dipartimento di Scienze dell’Università degli studi di “Roma Tre”

Sessione di intervento
Acquacoltura 4.0: tecnologie e innovazioni

Intervento
Sistemi robotici per misure di precisione in ambienti acquatici

Abstract
Per poter gestire una accurata misurazione di un dato con una rete di sensori è necessario poter ripetere la misura nello stesso punto in tempi e in condizioni atmosferiche diverse. Questa necessità è applicabile soprattutto dove la coltivazione non è visibile e non esistono strutture emerse di riferimento.
Questa problematica è risolta dalla geolocalizzazione GPS, ma è necessario un sistema robotico di supporto in grado di raggiungere e mantenere la posizione per il tempo sufficiente alla misura, garantendo accuratezza finale del dato e del posizionamento, nonostante vento e scarroccio.
Esistono studi e tecniche utilizzabili, derivate da problematiche analoghe già affrontante nell’agricoltura di precisione.

IL PROGRAMMA

26
Maggio

--

Giovedì
Acquacoltura 4.0: tecnologie e innovazioni
11:30 - 13:00
Sala DEL PESCE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tutte le ultime news direttamente nella tua casella e-mail!