MANCANO

  • 00G
  • 00O
  • 00M
  • 00S

ALLA PROSSIMA EDIZIONE

MANCANO

  • 00G
  • 00O
  • 00M
  • 00S

ALLA PROSSIMA EDIZIONE

  • 00D
  • 00H
  • 00M
  • 00S

TO THE NEXT EDITION

MANCANO

  • 00G
  • 00O
  • 00M
  • 00S

ALLA PROSSIMA EDIZIONE

  • 00J
  • 00H
  • 00P-v
  • 00S

à la prochaine édition

MANCANO

  • 00G
  • 00O
  • 00M
  • 00S

ALLA PROSSIMA EDIZIONE

RELATORI ALGAEFARM

Lutzu Giovanni Antonio

--


Relatori AlgaeFarm

Qualifica: lab manager – biologo

Istituzione/Azienda: Teregroup Srl

Biografia
Il dr. Lutzu è un biologo ambientale con una pluridecennale esperienza nel campo delle biotecnologie ambientali. Laureato in Scienze Biologiche all’Università di Sassari e con un dottorato in Ingegneria e Scienze Ambientali conseguito all’Università di Cagliari, si occupa dello sviluppo di energie rinnovabili, riutilizzo di reflui industriali e produzioni di composti ad alto valore aggiunto di interesse per l’industria alimentare e farmaceutica attraverso lo studio delle microalghe.
Dopo una lunga esperienza all’estero come ricercatore presso università e centri di ricerca in Canada, Cina e Stati Uniti, dal 2018 è rientrato in Italia dove prosegue la sua attività di ricerca presso la Teregroup Srl di Modena che opera nel campo delle biotecnologie algali.
Ha al suo attivo 25 pubblicazioni su riviste internazionali e partecipazioni a convegni nazionali e internazionali.


Sessione di intervento
Microalghe Apps

Intervento
Utilizzo di ceppi algali dell’Oklahoma per il trattamento di acque reflue derivanti dall’attività di fracking

Abstract
La tecnologia della fratturazione idraulica (nota come fracking) è ampiamente utilizzata per il recupero di gas naturale e petrolio dai giacimenti del sottosuolo. Durante questo processo vengono generati grandi volumi di acque reflue. Un tipo di acqua rilasciata da questa attività è il produced water che viene considerato dai legislatori un refluo e come tale deve essere trattato o smaltito di conseguenza. Questo studio esamina il trattamento di produced water da parte di undici ceppi microalgali originari dell’Oklahoma. Un altro tipo di refluo prodotto è il flowback water il cui trattamento è analizzato testando tredici ceppi algali costituiti da cianobatteri e alghe verdi. È stata valutata la qualità delle acque reflue prima e dopo il trattamento delle alghe.
La biomassa algale cresciuta in produced e flowback water è stata caratterizzata in termini di materia volatile, carbonio fisso e contenuto di ceneri. I risultati sperimentali hanno dimostrato che le microalghe possono crescere sia in produced che flowback water.
La composizione chimica della biomassa algale ottenuta sia in produced che flowback water è risultata specifica per ogni ceppo. Il cianobatterio Pseudoanabaena ha mostrato il più alto potere calorifico e carbonio fisso tra i ceppi esaminati in questo studio. I dati evidenziano come sia possibile ottenere una riduzione di oltre il 60% dei solidi disciolti totali, 100% di nitrati e fosfati e di oltre il 95% di boro nelle acque reflue.
Pertanto, il trattamento da parte delle microalghe di produced e flowback water può ridurre significativamente l’impatto ambientale negativo della tecnologia di fratturazione idraulica e produrre biomassa che può essere convertita in bio-prodotti come per esempio materia prima per la produzione di biodiesel

IL PROGRAMMA

26
Maggio

--

Giovedì
Microalghe Apps
9:30 - 13:30
Sala ALGAEFARM

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tutte le ultime news direttamente nella tua casella e-mail!